Disdire il canone Rai online: come fare

Il canone Rai è l’abbonamento annuale televisivo che deve pagare chiunque abbia un apparecchio TV in casa, una volta all’anno e per un solo abbonamento per famiglia. Ogni anno il canone Rai viene addebitato direttamente nella bolletta dell’elettricità in modo automatico e, ogni utente, ha l’obbligo di saldare tale addebito, secondo le modalità indicate in bolletta. Fino al 2016 il canone si poteva pagare attraverso un bollettino specifico, ma dal 2016 è stata introdotta la presunzione dell’apparecchio televisivo per chiunque abbia un’utenza elettrica intestata e, pertanto, deve essere saldato in rate mensili inserite nella bolletta per l’energia elettrica.

Ci sono alcuni casi, però, in cui può non essere pagato ed è quindi possibile effettuare la disdetta del canone Rai. Non basta infatti non pagare la parte dedicata al canone in bolletta, perché si rischia un accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate con il rischio di una sanzione pari a 5 volte il canone stesso. È molto importante quindi sapere quando si può inviare la disdetta del canone Rai, ma soprattutto come farlo. Se fino a qualche tempo fa era richiesto l’invio di una raccomandata, ora grazie a Libero Pay puoi inviare la disdetta online in pochi minuti, senza uscire di casa.

Come fare disdetta del canone Rai

Il canone Rai ha un importo di 90 euro annuali e viene conteggiato direttamente all’interno della bolletta dell’utenza dell’energia elettrica. Ci sono alcuni casi però in cui si può non pagare e questi sono:

  • qualora la famiglia non abbia un televisore in casa;
  • tutte le persone con più di 75 anni e con un reddito familiare inferiore a 8.000 euro annui;
  • per decesso dell’intestatario della bolletta;
  • per trasferimento in una casa di riposo dell’intestatario della bolletta;
  • se si possiede una seconda casa e quindi stai pagando 2 canoni.

In tutti questi casi puoi richiedere il recesso dal canone Rai ed è fondamentale farlo per evitare di incorrere in accertamenti e possibili sanzioni. Molti si chiedono come spedire la disdetta del canone Rai in modo corretto: se fino a qualche tempo fa era necessario recarsi presso un ufficio postale per inviare una raccomandata all’Agenzia delle Entrate, contenente il modello di disdetta e la fotocopia del documento d’identità, ora invece si può effettuare online. Con il servizio di disdetta di Libero Pay puoi inviare la tua richiesta di recesso in modo semplice, veloce e senza dover uscire di casa o dall’ufficio: in questo modo semplifichi la procedura e non rischi sanzioni. Se rientri in una delle categorie che hanno la possibilità di richiedere l’esenzione dal canone Rai, dovrai recarti nella sezione disdette online di Libero Pay e selezionare il servizio di disdetta del canone Rai. Ti sarà chiesto poi di effettuare l’accesso a Libero Pay, oppure se non hai un account crealo in modo gratuito.

In seguito, puoi scegliere il tipo di disdetta che desideri inviare:

  • disdetta del canone in bolletta;
  • disdetta del canone speciale che riguarda le attività commerciali;
  • rimborso del canone Rai.

Una cosa molto importante da sapere è che la disdetta deve essere inviata entro il 30 giugno dell’anno corrente, per richiedere la disdetta per l’anno successivo, oppure come ultima scadenza entro e non oltre il 31 gennaio dell’anno in cui desideri chiedere la disdetta. Dovrai quindi compilare il modulo specificando la motivazione della disdetta tra una di quelle elencate in precedenza, dovrai firmare il modulo, caricare un file con la tua carta d’identità e confermare l’invio effettuando il pagamento online, tramite carta di credito o PostePay.

L’Agenzia delle Entrate riceverà quindi una raccomandata A/R cartacea con la tua richiesta, che avrà pieno valore legale. Inoltre, puoi scegliere di anticipare la disdetta anche via PEC. Con Libero Pay risparmi tempo e hai la certezza di effettuare tutta la procedura nel modo adeguato, senza incorrere errori o problemi.

Disdetta del canone Rai per decesso

La disdetta del canone Rai può essere effettuata in seguito al decesso dell’intestatario dell’utenza elettrica. In questo caso nel modulo sarà richiesto l’inserimento dei dati dell’erede e dei dati del defunto. In questo caso, ci sono due scenari possibili per la disdetta:

  • nel caso in cui il defunto non abbia famigliari conviventi e l’erede abbia già intestato un’utenza elettrica;
  • nel caso in cui il defunto abbia un coniuge che continui a vivere nella stessa casa, ma non c’è presenza di apparecchi televisivi.

Per inviare correttamente la disdetta è fondamentale selezionare il tipo di casistica in cui si rientra in modo preciso. Con Libero Pay puoi inviare la disdetta del canone Rai in modo semplice, immediato e veloce, con pieno valore legale: così recuperi tempo e puoi dedicarti alle attività che ami.

*Servizio erogato in partnership

Perché usare Libero Pay?

RAPIDO

Inserisci i tuoi dati personali una volta sola e li troverai sempre precompilati

RISPARMIA TEMPO

Gestisci con facilità i pagamenti online evitando le code

SICURO

Paga in totale sicurezza tramite i nostri partner Paytipper e LetteraSenzaBusta

Con Libero Pay puoi pagare i bollettini postali, bancari (MAV, RAV o Freccia), il bollo auto, gli avvisi PagoPA e puoi inviare telegrammi, raccomandate e mazzi di fiori 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno ovunque ti trovi, in modo semplice, veloce e sicuro!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963