Certificato di morte: come ottenerlo online

Il certificato di morte è il documento con il quale il Comune attesta data e luogo del decesso di una persona e l'indirizzo della sua ultima residenza anagrafica. Utile in diverse situazioni, inclusa la successione ereditaria, tale certificato può essere richiesto direttamente presso gli uffici comunali o, in alternativa, online grazie al servizio messo a disposizione da Libero Pay.

Che cos'è e a cosa serve il certificato di morte

Il certificato di morte rientra nell'ambito dei certificati di stato civile, ossia quei documenti rilasciati dal Comune di residenza con cui si attestano eventi rilevanti riguardo una persona. Lo scopo del certificato di morte è sostanzialmente quello di certificare l'avvenuto decesso per l'adempimento di diverse pratiche burocratiche, indicando al suo interno:

  • nome, cognome e stato civile del defunto;
  • luogo e data del decesso;
  • numero di registrazione dell'atto di morte che certifica il decesso.

Tra i casi in cui è necessario presentare il certificato di morte, il principale è quello legato alle pratiche di successione, volte a stabilire il trasferimento degli averi del de cuius agli eredi, ma vi sono tante altre situazioni che richiedono l'esibizione del certificato, come quelle relative all'interruzione della pensione, alla chiusura delle utenze, alla cessione di quote, al passaggio di proprietà dei veicoli intestati al defunto o alla richiesta di permessi lavorativi per lutto.

Dichiarazione sostitutiva del certificato di morte: quando usarla

In alcuni casi, il certificato di morte può essere sostituito da un'autocertificazione, la cosiddetta dichiarazione sostitutiva del certificato di morte, ammessa in tutti quei casi di comunicazione del decesso a una Pubblica Amministrazione. L'autocertificazione può essere esibita, per esempio, presso gli uffici INPS per comunicare il decesso di un lavoratore o di un pensionato, all'Agenzia delle Entrate per l'apertura delle pratiche di successione e in diversi altri casi simili. Nei rapporti tra privati, invece, è necessario presentare il certificato di morte.

Al pari del certificato, la dichiarazione sostitutiva dovrà contenere tutti i dati utili a chiarire le generalità del defunto e del dichiarante, dunque:

  • nome, luogo e data di nascita del dichiarante;
  • nome, luogo e data di nascita del defunto;
  • luogo e data in cui è avvenuto il decesso;
  • grado di parentela del dichiarante con il defunto.

È importante sapere che in caso di dichiarazioni non veritiere e mendaci sono previste conseguenze penali da parte del nostro ordinamento giuridico, pertanto qualora si scelga di rilasciare un'autodichiarazione nei casi previsti dalla legge è fondamentale inserire solo informazioni corrispondenti al vero e completare il testo con la seguente postilla: “consapevole delle sanzioni penali di cui agli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 2000, previste in caso di dichiarazioni mendaci o non veritiere”. A completamento della richiesta, inoltre, all'autocertificazione va allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento.

Come richiedere il certificato di morte

Il certificato di morte può essere richiesto presso gli uffici comunali di competenza, ossia quelli del Comune in cui è avvenuto il decesso o del Comune in cui il defunto ha la residenza. Se non si ha la possibilità di raggiungere la sede comunale, è possibile richiedere il certificato anche con altre modalità, per esempio via pec, via fax o via posta.

Particolarmente comoda è poi la possibilità di richiedere una copia online, avvalendosi dei servizi offerti dallo stesso Comune, se attivi, o di quelli di portali specializzati come Libero Pay, che oggi offre l'opportunità di effettuare la richiesta direttamente via web e di ricevere in tempi brevi copia del documento via mail.

Certificato di morte online: come richiederlo

Grazie al comodo servizio offerto da Libero Pay, è oggi possibile richiedere l'invio del certificato di morte direttamente via web, compilando il modulo con i dati richiesti ed effettuando il pagamento online.

Per inoltrare la richiesta basta inserire i dati anagrafici della persona, quelli relativi al Comune di nascita e di decesso e la data di morte e scegliere il tipo di documento da ricevere: oltre al certificato, infatti, il servizio online permette di richiedere l'estratto di morte o la copia integrale dell'atto di morte.

Mentre il certificato di morte attesta la data del decesso e il Comune riferito all'ultima residenza anagrafica di una persona, con l'estratto dell'atto di morte è possibile accertare anche eventuali annotazioni aggiuntive come l'ora del decesso, lo stato civile e il luogo e data di nascita. La copia integrale dell'atto di morte riporta invece ulteriori informazioni come i nominativi dei genitori.

Quanto costa il certificato di morte online

In caso di richiesta online, il certificato di morte ha un costo di € 25,00 + IVA e i tempi di consegna standard sono stabiliti in 20 giorni lavorativi. È bene sapere che, poiché la consegna dipende dalla spedizione del certificato da parte dell'Ufficio Stato Civile del Comune di riferimento, eventuali ritardi non sono imputabili al servizio offerto.

È anche possibile richiedere il documento con traduzione legalizzata pagando un costo aggiuntivo che viene comunicato preventivamente da parte dell'operatore.

*Servizio erogato in partnership

Perché usare Libero Pay?

RAPIDO

Inserisci i tuoi dati personali una volta sola e li troverai sempre precompilati

RISPARMIA TEMPO

Gestisci con facilità i pagamenti online evitando le code

SICURO

Paga in totale sicurezza tramite i nostri partner Paytipper e LetteraSenzaBusta

Con Libero Pay puoi pagare i bollettini postali, bancari (MAV, RAV o Freccia), il bollo auto, gli avvisi PagoPA e puoi inviare telegrammi, raccomandate e mazzi di fiori 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno ovunque ti trovi, in modo semplice, veloce e sicuro!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963